Piano regolatore e tutela del paesaggio

In una recente sentenza il Consglio di Stato è tornato sul delicato problema del rapporto fra rapporto tra vincoli imposti ai sensi della normativa nazionale (nel caso di specie, la l. n. 1089 del 1939) e vincoli urbanistici, ribadendo la possibilità attraverso questi ultimi di rafforzare e coordinare la tutela del territorio attraverso misure di …

Serre solari e condominio

Come si è evidenziato in un precedente articolo http://studiolegaletorchiaroma.it/2019/06/05/le-serre-bioclimatiche-nel-lazio-ed-a-roma-aspetti-pubblicistici/ , da un punto di vista autorizzatorio le serre possono essere installate con relativa facilità su tutto il territorio comunale. Macosa succede da un punto di vista civilistico, una volta che si è deciso di intraprendere la via del risparmio energetico? daquesto punto di vista potrebbero …

Associazione Mafiosa e scioglimento del consiglio comunale: presupposti

L’art. 143 del T.U.E.L., al comma 1 (nel testo novellato dall’art. 2, comma 30, della l. n. 94 del 2009), richiede che gli elementi capaci di evidenziare la sussistenza di un rapporto tra l’organizzazione mafiosa e gli amministratori dell’ente considerato infiltrato devono essere «concreti, univoci e rilevanti» ed assumere una valenza tale da determinare «un’alterazione …

Poteri repressivi della PA: rapporto con l’accertamento di conformità e condono

In tema di abusi edilizi, l’esercizio dei poteri repressivi in mancanza di abilitazione edilizia è subordinato unicamente alla verifica del difetto del prescritto titolo, non occorrendo alcuna indagine sulla sanabilità delle opere e dovendosi in particolare escludere che la presentazione dell’istanza di accertamento di conformità di cui all’art. 36 del d.P.R. n. 380 del 2001, …

Appalti: Il giudice può ordinare la rivalutazione dell’offerta da parte di una nuova commissione?

Un recente caso giurisprudenziale ci offre l’occasione di chiarire se il giudice amministrativo possa o meno ordinare una diversa composizione della commissione esaminatrice senza cadere nel vizio di ultrapetizione. Nel processo amministrativo, il “principio dispositivo” vale senz’altro per quanto attiene alla domanda giudiziale (nel senso che al Giudice è inibito giudicare “ultra petita”), nonché, parzialmente, anche per il …

Appalti sotto soglia: Applicazioni giurisprudenziali del Principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti

La materia di cui ci occupiamo trova un suo componimento nella condivisibile pronuncia del Consiglio di Stato, sez. V, n. 3831 del 2019. La norma principe è comunque da individuarsi nell’art. 36 del D.Lgs. n. 50 del 2016, secondo il quale “l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie di …